Assegno Unico nuovo aumento: simulatore ti indica la vera cifra che percepirai

Previsto un ulteriore aumento per l’Assegno Unico 2024, la bella notizia per i richiedenti: come scoprire la cifra prevista. 

Cambiamenti in arrivo per l’Assegno Unico universale (AUU) per questo 2024. Le famiglie potranno tirare un sospiro di sollievo, il sussidio non solo resta ma avrà anche un aumento.

assegno unico decisione
Assegno unico, previsti aumenti per il 2024 (Instagram @Giorgiameloni) Terzoanello.com

Una notizia che non può che far piacere a tutte quelle famiglie con figli che sentono il peso delle spese sempre in aumento e hanno il timore di non riuscire a coprire tutte le uscite necessarie quando si ha un figlio. Adesso c’è anche un simulatore che aiuta a calcolare la cifra esatta che spetta.

Assegno Unico 2024, quando partono i pagamenti

I pagamenti dell’Assegno Unico per il 2024 inizieranno il prossimo 17 gennaio e manterranno gli importi del 2023. L’aumento delle somme erogate, invece, è previsto per i mesi successivi. Per questo nuovo anno è fondamentale sapere che l’Isee minimo per calcolare l’assegno unico è fissato a 17.090,61 euro.

assegno unico aumento
Come ricalcolare l’assegno unico – Terzoanello.com

Al di sotto di questo limite sarà erogata la cifra massima di 199,40 euro per ogni figlio minorenne. Il tetto al di sopra del quale, invece, non si potrà beneficiare di quest’importante sussidio o meglio si riceverà la cifra minima di 57,20 è 45.574.96 euro. Previste, come già avveniva in precedenza, le maggiorazioni per chi ha famiglie numerose, ovvero con più di due figli, così come per le giovani madri che hanno meno di 21 anni.

A chiarire come funzioneranno le erogazioni è stato l’INPS che ha spiegato come per il mese di gennaio la mensilità sarà la stessa del mese precedente e saranno regolarizzati soltanto nei mesi successivi. Per chi ha già presentato domanda negli anni scorsi non sarà necessario presentare domanda. Obbligatorio, invece, presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) necessaria per calcolare l’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Se questo documento, fondamentale per comprendere la cifra da erogare al singolo richiedente, non dovesse essere aggiornato, a partire da marzo 2024 si percepirà la cifra rivolta a chi non presenta l’ISEE; dunque, 57.20 euro.

Inoltre, come consuetudine, ci saranno delle maggiorazioni: per le famiglie numerose con più di due figli, per le giovani madri sotto i 21 anni, per le famiglie con quattro o più figli in cui entrambi i genitori lavorano, e per i figli con disabilità. Inoltre, ci saranno aumenti per i figli di meno di un anno e per quelli di età compresa tra 1 e 3 anni, ma quest’ultimo solo se la famiglia ha tre o più figli e l’Isee è inferiore alla soglia minima.

Impostazioni privacy