In pensione a 57 anni nel 2024 si può: sono tre le categorie di lavoratori che possono accedere

Smettere di lavorare nel 2024 è possibile, basta aver compiuto almeno 57 anni: ecco chi avrà diritto alla pensione anticipata.

Nel momento più difficile per le famiglie italiane tra inflazione, caro vita e stipendi che rimangono sempre uguali, è giunta finalmente una buona notizia. Specialmente per chi si augura di andare in pensione e magari farlo prima del tempo prestabilito, ci sono alcune categoria che possono usufruire della legge Fornero e smettere di lavorare anticipatamente.

Come fare per andare in pensione a 57 anni
Andare in pensione, si può fare già a 57 anni – (Terzoanello.com)

L’età per la pensione si è alzata molto negli ultimi anni e questo non ha affatto facilitato il ricambio generazionale, è anche questo il problema della disoccupazione giovanile. I posti di lavoro mancano anche perché sempre più persone sono costrette a lavorare anche dopo una certa età. Ora, però, andare in pensione nel 2024 si può ed è possibile farlo già a 57 anni. Decisamente una buona notizia, anche se non coinvolgerà tutti i lavoratori.

Andare in pensione nel 2024, se avete compiuto almeno 57 anni e appartenente a queste categorie potete smettere di lavorare

Esistono infatti tre categorie specifiche di lavoratori che durante quest’anno avranno il diritto di andare in pensione. Andiamo perciò a vedere nel dettaglio quali sono le categorie che potranno usufruire della pensione anticipata e quali sono i requisiti richiesti. Se siete coinvolti non perdete altro tempo e inviate la vostra richiesta: ecco cosa dovete fare. Finalmente può smettere di lavorare e recuperare il tempo perso.

Richiedere la pensione nel 2024
Pensione a 57 anni, i requisiti per smettere di lavorare – (Terzoanello.com)
  • PENSIONE PRECOCI
    Questa categoria riguarda le persone che hanno cominciato la loro attività lavorativa all’età di 15 anni, per gli uomini, e a 14, per quanto riguarda le donne. L’importante è che, oltre ad aver raggiunto i 57 anni di età, non abbiamo mai messo di versare contributi. La richiesta va inviata non prima dei 3 mesi successivi al raggiungimento dei requisiti richiesti.
  • PENSIONE DI INVALIDITÀ
    Tale possibilità riguarda invece i lavoratori di ambo i sessi, impegnati nei settori privati, la cui invalidità raggiunge almeno l’80%. Per accedere a questo fondo pensionistico servono 12 mesi ed è permessa alle donne di almeno 57 anni e agli uomini che hanno invece compiuti 62.
  • PENSIONE ANTICIPATA RITA
    In questo caso bisogna invece aver compiuto un minimo di 62 anni e si tratta di una previdenza complementare riguardante esclusivamente i lavoratori che hanno versato almeno 25 anni di contributi:  5 previdenziali e altri 20 obbligatori. La richiesta va inoltrata dopo 24 mesi di inattività, senza aver percepito sussidi relativi alla disoccupazione.
Impostazioni privacy