L’acqua del rubinetto fa venire i calcoli renali? La verità che non ti hanno mai detto

Gli italiani hanno un rapporto molto particolare con l’acqua del rubinetto: non si fidano. Ma avranno ragione oppure no? 

Gli esperti rispondono finalmente a una questione annosa che riguarda la sicurezza dell’acqua del rubinetto, quella controllata da ogni Comune. Gli italiani, a differenza di altri popoli europei, sono quelli che acquistano il maggior numero di bottiglie di acqua in plastica, perché credono che sia più sicura di quella dell’acquedotto.

Acqua del rubinetto fa venire i calcoli renali
È credenza comune che l’acqua del rubinetto faccia venire i calcoli renali – (Terzoanello.com)

Tra le varie teorie che circolano c’è anche quella che la presenza di un elevato residuo fisso sia causa di calcoli renali. Il residuo fisso, lo ricordiamo è quell’insieme di sali di calcio e magnesio che sono naturalmente presenti nell’acqua, anche se in diverse quantità.

L’acqua del rubinetto fa venire i calcoli renali? La risposta degli esperti, che non è affatto scontata

Molte persone credono che l’acqua che esce dai rubinetti casalinghi possa causare problemi alla salute, come i calcoli. Ciò avviene perché spesso nei filtri dei rubinetti stessi si forma una specie di “sabbiolina” ed è convinzione comune che questa sabbiolina si accumuli nei reni.

Acqua in bottiglia è sicura
L’acqua in bottiglia non è più sicura di quella del rubinetto – (Terzoanello.com)

In realtà il residuo fisso è presente in qualsiasi tipologia di acqua, sia quella del rubinetto che in bottiglia e – affermano gli esperti – anche in quella che arriva direttamente dalla sorgente. Dunque siamo di fronte a sostanze fisiologiche le cui concentrazioni non sono pericolose per la salute dei reni.

Di contro, è stato anche dimostrato che bevendo dalle bottiglie di plastica si va incontro ad un fenomeno molto più pericoloso dei calcoli renali, ovvero l’assunzione di nanoplastiche. DI conseguenza sarebbe preferibile bere l’acqua dell’acquedotto, e se proprio non piace il suo sapore, installare un depuratore domestico.

Non da ultimo, sembra che bere acqua che contiene bicarbonato di calcio aiuti a prevenire la comparsa di calcoli, mentre una dieta povera di calcio può addirittura aumentare i rischi. C’è da dire, inoltre, come sostengono gli esperti, che i calcoli sono una condizione che può scaturire per diverse cause, a partire dalla predisposizione genetica fino allo stile di vita.

L’unico modo per tutelare la salute dei reni è, semplicemente, bere tanta acqua durante tutto l’arco della giornata. È ovvio che solamente in caso di malattie diagnosticate il soggetto debba adottare comportamenti diversi, indicati dal medico curante. In sintesi, l’acqua del rubinetto non è meno scura di quella in bottiglia, e per evitare i calcoli renali è necessario agire su diversi fronti, a partire dall’adottare uno stile di vita sano a una dieta varia e in stile mediterraneo.

Impostazioni privacy