Roma, Dybala sempre più lontano: la “beffa” della clausola | Cosa sta accadendo

Idolo di Roma ma, oggi, un po’ più lontano dalla Roma. Ecco la clausola sul contratto di Paulo Dybala che preoccupa i tifosi giallorossi.

Il suo arrivo alla Roma, l’anno scorso, ha scatenato l’entusiasmo di un’intera città. In pochissimo tempo, Paulo Dybala è diventato un idolo dei tifosi giallorossi. Ma oggi, la permanenza del fuoriclasse argentino alla corte di José Mourinho è in bilico: ecco la clausola che potrebbe portarlo lontano dall’Olimpico.

Clausola contratto Dybala
Una clausola mette a rischio la permanenza di Dybala alla Roma – Terzoanello.com

A novembre Paulo Dybala ha compiuto 30 anni. Il fuoriclasse argentino è arrivato in Italia giovanissimo, nel Palermo dell’allora vulcanico presidente Maurizio Zamparini. 89 presenze e 21 reti con la maglia rosanero. Ma, ovviamente, gli anni migliori in Italia sono quelli con la maglia della Juventus. 210 presenze e 82 reti in bianconero. In sette anni conquista cinque campionati italiani (dal 2016 al 2020), quattro Coppe Italia (dal 2016 al 2018 e nel 2021) e tre Supercoppe italiane (2015, 2018 e 2020).

Poi la fine del rapporto, non di certo come la “Joya” immaginava. La Juventus deciderà di non rinnovare il contratto dell’argentino: siamo nel 2022. Un’estate con i rumors di mercato che lo davano a un passo dall’Inter. Ma poi la grande manovra dei Friedkin, con l’ingaggio della “Joya”. Per lui, finora, 36 presenze e 16 reti in giallorosso e, l’anno scorso, anche la finale di Europa League, persa ai rigori anche per via di un arbitraggio discutibile.

Paulo Dybala: addio alla Roma?

Insieme a José Mourinho, Paulo Dybala è sicuramente l’attuale idolo dei tifosi giallorossi. Ma ora la sua permanenza nella Capitale sembra in bilico. Una clausola si è attivata a partire dall’1 gennaio scorso per il campione del mondo: così potrebbe essere molto più semplice per qualche club strapparlo alla Roma. 

Clausola contratto Dybala
Paulo Dybala: addio alla Roma? ANSA FOTO Terzoanello.com

Dybala può infatti svincolarsi dalla Roma per appena 13 milioni di euro. Non più i 20 milioni stabiliti dalla clausola rescissoria iniziale. Oggi c’è un ulteriore sconto per un calciatore che, sotto il profilo tecnico, varrebbe molto di più. La clausola ha però una doppia valenza: vale direttamente per le squadre estere, mentre per quelle italiane può essere annullata dalla Roma, ma dietro il pagamento di un bonus al giocatore, quantificabile in alcuni milioni di euro (tra i 3 ed i 5).

Una modifica contrattuale, dunque, che spaventa non poco, anche perché questa cifra sarebbe un’inezia per la maggior parte dei club stranieri, non ultimi quelli arabi. Ovviamente, altro requisito fondamentale è che Dybala scelga di accettare le offerte. Cosa che, al momento, non sembra essere concreta. Ma molto dipenderà anche dal prosieguo della stagione della Roma e, soprattutto, dalla permanenza di José Mourinho sulla panchina giallorossa. 

Impostazioni privacy